Pages

29 ott 2013

Amico Politico Poesie di Emanuele Locatelli Scrittore


Amico Politico.

Questa vita è un eterno calvario
una sorta di salti su e giù
Come una commedia dantesca
fra inferni e paradiso
lì nel mezzo noi poveracci
Ed io non c’è la faccio più ..
Cado ..
E cado, cado, aiutatemi.
Questa vita figlia di puttana
come una sorta d’assassina ..
Dove tutti vogliono comandare
Ed io qui a morire di fame ..
Come un invalido emarginato
come un barbone mal cagato
un uomo triste senza pace né ragione.
Perché tanta fame e povertà ..
Il governo dov’è?
Non è giusta l’anarchia
ma nemmeno questo stupido governo
ci avete provato vi ho votato e non funziona.
Destra, Sinistra o Monarchia
per un’Italia senza più valori
ci vorrebbero menti giovani e nuovi governi
senza tracce di quelli precedenti
come nel dopoguerra ..
Ripartire da zero e ricominciare
a dar valore e far valere un paese che ha tanto da dare
Bisogna solo volerlo fare.
I martiri piangono, i soldati muoiono
Io tremo, piango ho fame.
Il governo festeggia a ostriche e caviale
e i soldati muoiono in guerra
Per un Paese che li ha dimenticati ..
Per un Paese che li ha dimenticati ..
Ad un paese che può dare tanto
di cui il volere è potere ..
Per una bandiera tricolore
E quel canto disperato
che non si ricordano più.
I dimenticati siamo noi
E non lo sappiamo ..
Sì i disperati siamo noi.


Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it