Pages

17 ott 2013

Amore impotente Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore


AMORE IMPOTENTE.

Per lui, che non sapeva…,
Distillata, cadeva, lacrima infelice da un occhio traditore,
Che guardava con rancore;
E con gelida mano, si toccava il petto,

In cerca di quell’ardore, soffocato dal dolore!

A stento ricordava, le passioni,

soffocate dalle disperazioni!
E nel ricordare, la congiunzione dell’amore,
Ormai scappato;
Cercava conforto nella vecchia fotografia!
E osservando con sconfitta e delusione,
La foto, del suo amore,
Notò un particolare:
La foto in bianconero era ormai sbiadita,
Ma una cosa colorata, c’era,
L’amore;

la mente, gli mostrò la sua storia d’amore,
vecchia, e sbiadita,
come la fotografia,
e quel lungo sospiro si fece leggero,
in un pianto malinconico e nostalgico,
così realizzo che il suo amore era imponente,
così il sentimento, fiorì in un sorriso, solare,
che da anni aspirava ad arrivare,
così aprì la porta di casa e con
fermezza mosse il capo e annuì
e dentro di lei pensò,
“Finalmente, sono, a , casa, mia”
di Locatelli Emanuele







[Questa poesia, l’ho scritta nell’anno 2006 e dedicata, ascoltando, la voce del cuore, della, mia cara amica, Elena Castagna, nel cui sentirla parlare, è entrata nel mio cuore, prendendosi uno spazio nell’amore, alla prossima, cara amica.]
Elena Castagna è Morta Suicida nell’anno 2012.



[i] Tutti i Diritti Riservati a Norma e Tutela di Legge a Emanuele Locatelli www.emanuelelocatelliscrittore.it