25 nov 2013

Anime Tormentate poesia di Emanuele Locatelli Scrittore


Anime Tormentate.

Nei giardini della solitudine
S’innalzano mura
Crescono le montagne
E gli alberi muoiono
Ancor prima di fiorire.
È bello pensare di volare
Ma è difficile anche solo camminare
Gli sguardi maliziosi della gente
Le critiche di chi ancora ti vuol male
E chi parla sempre per niente
L’ignoranza ha vinto di nuovo
E quella bocca continua a farneticare.
È difficile pensare anche solo
Per un istante che il mondo possa cambiare
Il giudizio, le maledizioni e le critiche insensate
Chi ti conosce e chi sei tu per giudicare?
Donne e uomini di cartone
Che non si guardano mai allo specchio
Prova a guardare oltre il tuo naso
Che cosa vuoi, dimmi cosa vuoi e datti pace.
Non tormentare il mio corpo
Perché la tua anima non ha pace
Sorridi alla vita
invece di piangerti addosso
E vedrai che il sole
Splenderà di nuovo.
Il sole è già in alto da ore
Tocca solo a te
Diventare il sole
La luce ti aspetta e lì nel tuo cuore
nel frattempo ricorda
Non giudicare.

Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it


0 commenti:

Posta un commento