20 nov 2013

Colpevole D'Esistere Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore


Colpevole D’Esistere.

Sono colpevole ..
colpevole di vivere, accusato d’esistere
sono colpevole d’esser nato
colpevole d’essere malato
sono nato nel secolo sbagliato
come un genio imperfetto
come Dante Alighieri o Leonardo D’Avinci
sono il “Poeta Dannato”.
Lo disse anche Freud e hanno bandito anche lui ..
Sono colpevole d’esser nato
nel millennio sbagliato
E adesso che so che quando morirò sarà ricordato
come il Poeta Dannato
o Emanuele il Borderline
mi viene addosso la morte ..
Che colpa né ho?
Non sputarmi addosso, non picchiarmi
non punirmi .. Non mandarmi via ..
Ma che colpa ne ho, sono un uomo anch’io!
Non punirmi sarò dannato per sempre.
Maledetta sia la mia poesia
E la mia stupida ingenuità ..
Viaggerò fra mari e monti
verrò schiacciato come un appestato
lo sono sempre stato!
Dato al rogo come un indemoniato
deriso come un vecchio giocattolo ...
Che mondo di pazzi medievali
burini retrogradi, altro che umanità ..
Il medioevo è finito cazzo sveglia,
popolo di zappatori
È passato un millennio ci siete?
Sono nato troppo presto
qui c’è ancora il Rè e sua Santità ..
Un inchino a voi maestade ..
Mandatemi al rogo non voglio pregare!
Ma che colpa ne ho
non credo a queste sette fantomatiche
credo alla realtà dei fatti e all’antimateria
ma non sono allucinato.
Siamo tutti uguali e figli dello stesso Dio
tutti uguali e tutti diversi
ma c’è chi dorme in letti di rose
chi mangia servito da camerieri e servi
e chi comanda la mia vita
Ed io muoio di fame ..
Che colpa né ho?
Di chi è la colpa?
Sono colpevole di esser nato nel secolo sbagliato
colpevole d’essere malato,
di avere parlato troppo e di dire sempre la verità.
Se solo si vendesse la cappella Sistina
mangerei pane e acqua per tutta la vita.
“Non c’è più religione n’è governo che tenga!”.

Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it




0 commenti:

Posta un commento