18 nov 2013

Un Salto nel Passato Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore


Un Salto Nel Passato.

Sento gli occhi raffreddarsi
Il nodo alla gola salire
Il mio volto si prepara al pianto…
Non riesco più a piangere!
Ho pianto troppo
L’emozione è così forte
Che mi spinge, pulsa,
Mentre mi fa soffrire.
Da dove arriva tutto questo dolore?
Sono così piccolo e magro,
Come faccio a contenere
Così tanta sofferenza?
Troppi ricordi offuscano la mia mente,
Ora sto male…
Devo evadere uscire
Da questo corpo
Addolorato, andrò oltre
Così forse mi salverò.
Oltre queste righe sofferte
Mi lascio andare nel fiume,
Seguo l’onda e mi unisco
Mi aggiungo alla mia emozione…
Vado oltre, non resisto.
Oltre il ricordo, oltre il mondo,
Nell’immenso,
Oltre l’immenso,
Nell’innominato, nel senza parole,
Qui c’è spazio anche per me
Un puntino nell’innominato
Mi può bastare
Starò qui per un po’
Tanto per riposare,
Senza parlare, senza pensare,
Senza reagire, mi lascio andare,
Lascio uscire e lascio entrare
L’energia mi può aiutare.
Vado oltre…. Vado oltre…
Ora sono nell’indescrivibile
Qui nessuno può trovarmi
Ecco. Il rifugio al mio malessere
Ora mi posso fermare
Giusto il tempo di riposare.
Sono qui, oltre il puntino sulla i.

Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it




0 commenti:

Posta un commento