2 dic 2013

Morire D'Amore Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore

Morire D’Amore.

Oggi tu ti liberi di me
vado verso il più triste destino e senza di te …
Il mio cuore s’infrange
finisce il sogno
Chissà sé avrò la forza di ricominciare …
E chissà, chissà se avrò la certezza
di un amore onesto
No, non può essere questo.
Uomo bastardo, Aria di tempesta su di noi
se solo la smettessi di volare, sei troppo superficiale…
È solo amore, un sentimento, una banale parola.
una stupida canzone, una risata in più
è solo una barzelletta, una cazzata da raccontare al bar.
è solo un’innocua situazione, una mia fissazione.
è solo una barzelletta da circo…
una barzelletta da circo!
Ed io qui in silenzio
che ti amo davvero, ti amo lo giuro
e tu uomo bastardo
che ridi di me a quel tavolo al bar
Non ridere dei mie rimpianti,
Non ridere del mio dolore,
Non prenderti gioco del mio amore
Non ridere del mio di noi
perché se ora siamo mutati
in una barzelletta da circo è anche colpa tua.
che di me te ne sei fregato…
Ma infondo tu come gli altri mi hai solo usato.
ricordati quando sarai solo nei rimpianti
che io se sarò felice o entusiasta
sarà solo per merito di un uomo migliore
che sa dare amore e diventare il vento.
Ricordati di non ridere dei miei marciapiedi.
perché in mezzo a questi cartoni
ho vissuto con te.
Ti amo bastardo.

Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it



0 commenti:

Posta un commento